5 consigli per equilibrare lavoro e vita: Work Life Balance

5 consigli per equilibrare lavoro e vita work life balance

5 consigli per equilibrare lavoro e vita: Work Life Balance

La prima e l’ultima cosa che tocchi ogni giorno è il tuo smartphone? Ti senti sempre in ritardo sul lavoro nonostante tu faccia 11 ore di lavoro al giorno?

Fermati stai andando nella direzione sbagliata!

Che tu sia un imprenditore o un freelance il tuo equilibrio vita – lavoro (Work Life Balance) è in una situazione critica.

È vero che fare ciò che ci piace ci fa percepire il lavoro diversamente, ma non dimentichiamo che è pur sempre lavoro. Infatti alcuni studi hanno dimostrato che le giornate lavorative con poco tempo di inattività finiscono col prendere il sopravvento sulla nostra vita condizionando salute, rapporto con gli altri e produttività.

Se si gestisce una propria attività a tempo pieno, trovare l’armonia tra vita e lavoro è fondamentale per avere successo in entrambi. I tempi e i ritmi lavorativi ai giorni nostri sono diventati davvero incalzanti, soprattutto per chi lavora in ambito digitale: un freelance, infatti, lavora in media tra le 40 e le 50 ore a settimana, con una piccola percentuale che arriva a lavorare anche oltre le 60 ore settimanali. Questo ritmo lavorativo, se protratto per mesi o addirittura per anni, può provocare effetti negativi sulla propria vita, come impazienza, insonnia, difetti di memoria. Oltre a questi aspetti comportamentali e relazionali un incessante ritmo lavorativo può causare una diminuzione della produttività. Spesso ci immergiamo nel lavoro senza renderci conto di quanto siamo scesi in profondità e senza pensare se lo abbiamo fatto con abbastanza ossigeno per risalire in superficie.

Come trovare allora il giusto equilibrio tra vita e lavoro rimanendo sereni e produttivi? Ecco alcuni consigli.

[Tweet “5 consigli per trovare il giusto equilibrio tra vita e lavoro #worklifebalance #DigitalLifeCoach”]

5 consigli per trovare il giusto equilibrio tra lavoro e vita

Stiamo parlando di 5 consigli che nascono dalla mia esperienza diretta, da pareri e abitudini che ho avuto modo di osservare tra colleghi e amici, non sono leggi da seguire alla lettera.. e no, non le ho trovate su tavole di pietra :)

  1. Sviluppare un rituale mattutino Il risveglio è un elemento fondamentale per il benessere fisico e mentale. Iniziare tutte le giornate con l’ansia del ritardo, facendo tutto di corsa, ha un forte impatto negativo sul resto della giornata. Per combattere questa sensazione di apprensione c’è chi ama correre, chi fare yoga, stretching, una ricca colazione..qualunque cosa che non sia un peso, un obbligo. E’ importante accogliere il nuovo giorno concedendosi un momento per sè stessi, per stimolare la voglia di fare.
  1. Scollegarsi, prendersi una vacanza Non sto parlando di lunghi viaggi, ma del giusto e meritato stop che occorre darsi per ricaricare le batterie. Anche rispettare semplicemente i giorni festivi è un buon modo di resettare lo stress. Spesso si approfitta dei giorni festivi come giornata di lavoro in più che consente di recuperare il lavoro arretrato (bene, ma senza esagerare). In un mondo come quello in cui viviamo, caratterizzato da iper-connessioni, non riusciamo spesso a rilassare la nostra mente, siamo continuamente sommersi da notifiche, messaggi, email, post, articoli, insomma, è un continuo rapporto 1 a N. Prendetevi il vostro tempo, concentratevi sulla persona che sta parlando in quel preciso momento, di fronte a voi, resistete alla tentazione compulsiva di vedere “cosa c’è di nuovo?”. Se non riusciamo a prendere le distanze, rischiamo di scivolare in una routine che ci farà perdere la cognizione del tempo, tanto da non riuscire a ricordare che giorno è. Ti è già capitato almeno una volta, vero? Take a break!
  1. Concentrarsi su poche cose contemporamente Lo so, è difficile, ma con mille e più cose da fare, organizzare tutti i task per priorità può essere di aiuto per concentrarsi sui compiti più importanti e portarli a termine nel miglior modo possibile. Almeno una volta al mese occorrerebbe fermarsi un attimo e ragionare su tutte le attività svolte giorno dopo giorno, analizzare i risultati ottenuti, quindi mantenere attive quelle più produttive e rimuovere quelle che, al contrario, generano perdite di tempo. Ad esempio, la gestione dei diversi profili social, tra post su Facebook, foto su Instagram e Pinterest, tweet, etc., ti porta via una notevole quantità di tempo? Analizza. Scegli solo i canali giusti, quelli che ti portano risultati e concentrati su quelli ampliando l’offerta con il tempo recuperato da altre attività.
  1. Automatizzare e Ottimizzare Ogni processo lavorativo richiede tempo. Mi è capitato spesso di osservare operatori che svolgono una funzione seguendo una procedura solo perché gli era stata imposta o “tramandata” in quella esatta sequenza e con quelle specifiche modalità. Oggi le cose sono diverse, probabilmente ci sarà qualche strumento che può farci risparmiare tempo e lavoro per eseguire un compito. Usiamo la testa, chiediamoci sempre “Ma posso farlo più velocemente o con meno fatica?”, “Esiste una strada più veloce, uno strumento che mi venga in soccorso?”. Beh, che ci crediate o no, il più delle volte un metodo c’è, basta cercare ponendosi le giuste domande. Spesso le risposte sono software o app. Qualche tempo fa ho scritto un articolo su cosa debba contenere la cassetta degli attrezzi di un Digital Life Coach, dategli un’occhiata, magari al suo interno troverete qualche strumento che vi può tornare utile per organizzare e/o semplificare il vostro lavoro. Anche in questo caso occorre stare attenti e non esagerare. Selezionate con cura le app che scaricate sul vostro smartphone, alcune sono state progettate con cicli di notifica stressanti, quindi ogni tanto è meglio rimuovere quelle che ci infastidiscono e che invece di risolvere un problema, lo diventano esse stesse.
  1. Pianificare la settimana successiva Sarà perché odio vivere alla giornata, ma ogni settimana (solitamente la Domenica), cerco di ritagliarmi circa 15-30 minuti per osservare la settimana successiva sul mio Google Calendar. Separo le attività in lavorative e personali (differenziandole per colore) e le distribuisco in modo da essere più o meno sicuro di riuscire a portarle a termine entro la fine della settimana. Nel corso della settimana, poi, a fine giornata, dedico 5 minuti all’eventuale riorganizzazione del calendario, in caso cambiamenti e/o imprevisti.

E tu? Come fai a mantenere un buon equilibrio tra vita e lavoro? Fammelo sapere con un commento. :)

Condividi su facebook
Facebook 0
Condividi su linkedin
LinkedIn 0
Condividi su twitter
Twitter
Giuseppe Noschese
Giuseppe Noschese

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi che continui a scrivere contenuti utili, considera la possibilità di aiutarmi a trovare nuovi spunti, regalami un libro dalla mia lista Amazon. :)

Lascia un commento

Cerca
Giuseppe Noschese
Giuseppe Noschese

Consulente digitale, formatore e ecommerce manager, affianco le imprese e le aiuto a raggiungere gli obiettivi di business.

Associate Partner yourDIGITAL
Event Manager Marketing Automation Academy
Co-Founder Ecommerce HUB
PrestaShop Ambassador
© Copyright 2018 - Giuseppe Noschese