Come funziona WordPress? WordPress sotto il cofano

come funziona wordpress wordpress sotto il cofano

Come funziona WordPress?

Nelle scorse puntate abbiamo visto come preparare un server con Xampp e come installare WordPress. Ora dobbiamo capire come funziona WordPress per sfruttarlo al meglio e realizzare il nostro sito web. Non scenderemo nei dettagli tecnici, ma vedremo in generale come ragiona il CMS per capire come personalizzarlo. Abbiamo già detto che WordPress è un CMS composto da una parte pubblica e una privata che ci serve per gestire i contenuti. Scendendo più nel dettaglio la struttura di WordPress è molto semplice e ben organizzata, composta da 3 cartelle principali: wp-admin, wp-contentwp-include, oltre a dei file di configurazione contenuti nella root principale. Vediamo quali sono i file e le cartelle più importanti:

File di configurazione

Il file più importante nella root principale é wp-config.php dove troveremo i dati di accesso al database. Questo file é fondamentale quando dobbiamo trasferire la base dati del nostro sito oppure se abbiamo realizzato tutto in locale e dobbiamo pubblicare il sito online e quindi spostare la base dati.

Cartella wp-admin

Questa cartella contiene il backend ovvero la nostra area riservata, infatti per accedere all’area riservata usiamo il percorso www.nomedelsito.it/wp-admin. All’interno di questa cartella sono contenuti i file necessari al funzionamento della stessa.

Cartella wp-content

Questa è la cartella più interessante, quella da approfondire maggiormente in quanto contiene tutte le componenti che personalizzano il nostro WordPress di base. La cartella è composta da diverse sottocartelle: language, plugin, theme, upgrade, uploads; quelle che contengono gli elementi che andiamo ad installare dall’area riservata sono plugin e theme, e contengono chiaramente i plugin e il/i tema/i di WordPress. Naturalmente all’interno di ogni cartella sará contenuta una sottocartella con il nome del plugin o del tema che è stato installato, dove risiederanno i file di quel plugin o di quel tema.

E questa era un po’ di teoria per capire come muoversi e dove cercare un file se si vuole modificare qualcosa. Fortunatamente per noi, WordPress ha un backend talmente potente e versatile che molti file potranno essere modificati direttamente dall’area riservata. Vediamo adesso come è fatta quest’area riservata.

Area riservata

Per accedere all’area riservata di WordPress basta postporre al nome del sito /wp-admin (es. www.nomedelsito.it/wp-admin). Ci sarà mostrato il form di login, dove dovremo inserire username e password scelti quando abbiamo installato WordPress. Fatto l’accesso nella pagina principale troveremo una bacheca con il riepilogo degli ultimi articoli, le statistiche e le novità di WordPress, mentre a sinistra della pagina troveremo un menù con tutte le funzioni disponibili. Per il momento introdurremo quelle principali per capire meglio a cosa servono e quando occorre usarle, successivamente le vedremo nel dettaglio.

Articoli

Chiaramente in questa sezione si avrà la possibilità di creare nuovi articoli e modificare quelli esistenti. Gli articoli sono molto utili nel caso in cui si voglia creare un blog e possono essere organizzati in categorie per semplificarne la consultazione. Oltre agli articoli e alle categorie c’è la possibilità di organizzare i tag per aggregare articoli in base ai temi e ai contenuti.

Media

Una biblioteca di contenuti. Qui potrete caricare e gestire tutti i contenuti multimediali del vostro sito: immagini, allegati, video, musica. Potrete rinominare i file, cambiare il percorso, ritagliare un’immagine e tanto altro.

Pagine

La parte “statica” del vostro sito web. Questa funzione è molto utile proprio a chi vuole creare un classico sito web aziendale di presentazione; infatti, attraverso “Pagine” sarà possibile creare le pagine che descriveranno la vostra attività (Chi Siamo, Servizi..etc.).

Aspetto

Questa è una di quelle sezioni che utilizzerete spesso, ma soprattuto nella fase iniziale, quando dovrete personalizzare il vostro sito. La scelta del tema, la personalizzazione, i widget che vorrete utilizzare all’interno delle pagine, il menu principale del sito: queste sono tutte le funzioni a cui potrete accedere da questa voce menu. Oltre a queste, quella più importante è l’editor grazie sl quale potrete accedere al codice sorgente dei file del tema che avrete scelto e creare modifiche sostanziali al sito.

Plugin

La vostra cassetta degli attrezzi, il vostro cilindro, la sezione che amerete di più fra tutte. Qui troverete risposta a tutti, o quasi, i vostri desideri. Da qui potrete installare tutti i plugin per migliorare e potenziare il vostro WordPress. É come un app store: se state cercando una funzione da inserire nel sito o un tool, basta cercare, sicuramente uno sviluppatore da qualche parte nel mondo avrà realizzato quello che vi occorre. A quel punto basterà semplicemente installare il plugin ed attivarlo. Anche in questa sezione troviamo l’editor che ci permetterá di accedere e modificare il codice sorgente dei plugin installati per personalizzarli a nostro piacimento. Inutile dire che ci sono plugin gratuiti e plugin a pagamento, non è mica il paese dei balocchi!

Utenti

In questa sezione potrete gestire gli utenti, permettendo l’accesso all’area riservata ad altri collaboratori, definendo il tipo di accesso che questi ultimi dovranno avere e di conseguenza quali funzionalità potranno utilizzare. Ogni scheda autore andrà compilata in ogni particolare includendo i social, la bio e i dati di contatto.

Strumenti

Qui avremo alcuni tool di importazione ed esportazione degli articoli, dati e commenti dalle principali piattaforme di blogging.

Impostazioni

Questa sezione è molto importante nella fase iniziale, qui dovremo definire il titolo del sito, l’eventuale motto, l’indirizzo del sito web, i dati di contatto, la data e l’ora, etc.Troverete inoltre alcune funzionalità per personalizzare la visualizzazione degli articoli, la gestione dei commenti sul sito e dei media. Infine, quella più importante anche ai fini del posizionamento, la gestione della struttura dei link degli articoli che va ottimizzata in base al tipo di sito che si sta realizzando.

Questa era solo un’introduzione, una panoramica per capire come funziona WordPress prima di entrare nel vivo del suo utilizzo. Spero che questo articolo possa essere utile soprattutto a chi è alla prima esperienza con WordPress. Come sempre se avete qualche dubbio o avete qualche domanda su qualche funzionalità in particolare, commentate! :)

 

Condividi su facebook
Facebook 0
Condividi su linkedin
LinkedIn 0
Condividi su twitter
Twitter
Giuseppe Noschese
Giuseppe Noschese

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi che continui a scrivere contenuti utili, considera la possibilità di aiutarmi a trovare nuovi spunti, regalami un libro dalla mia lista Amazon. :)

Lascia un commento

Cerca
Giuseppe Noschese
Giuseppe Noschese

Consulente digitale, formatore e ecommerce manager, affianco le imprese e le aiuto a raggiungere gli obiettivi di business.

Associate Partner yourDIGITAL
Event Manager Marketing Automation Academy
Co-Founder Ecommerce HUB
PrestaShop Ambassador