Fare Brand Awareness con Marketplace ed e-commerce

fare brand awareness con marketplace ed ecommerce

Fare Brand Awareness con Marketplace ed e-commerce

Abbiamo già visto in passato che abbiamo a disposizione diverse strade per iniziare a vendere online, possiamo utilizzare esclusivamente il nostro e-commerce, oppure scegliere di vendere anche sui marketplace come eBay o Amazon.

Molti sono contrari all’utilizzo dei marketplace in fase di start up perché le commissioni sul venduto riducono molto l’utile e consigliano di concentrarsi maggiormente sul proprio e-commerce investendo in campagne pubblicitarie.

Io credo che invece, soprattutto in fase di start up, i marketplace siano un’ottima occasione per far conoscere il proprio marchio e il proprio e-commerce. Vediamo alcuni accorgimenti che permettono di sfruttare le vendite fatte sui marketplace facendo conoscere il nostro marchio, e magari coinvolgere i clienti anche se non hanno acquistato consapevolmente da noi, e quelle fatte sul proprio e-commerce per fidelizzare maggiormente i nostri clienti.

[Tweet “Far conoscere il proprio #ecommerce sfruttando #marketplace ed #ecommerce #brandawareness “]

Packaging personalizzato

Usare una scatola personalizzata è sicuramente un costo, ma personalmente quando ricevo un pacco brandizzato avverto una maggiore enfasi nel volerlo aprire, sento quasi di aver ricevuto un regalo nonostante sia un acquisto. Il packaging personalizzato ci distingue dalla massa e soprattutto non passa inosservato durante tutto il viaggio (attrae la curiosità dei corrieri e di chi smista i pacchi), al momento della consegna (ci rendiamo conto che esiste un’azienda dietro a quel pacco: e-commerce, social etc. e gli altri condomini o passanti potrebbero notarlo tra le altre scatole, incuriosirsi e cercare il nostro marchio on line).

[Tweet “Una scatola personalizzata è come un volantino itinerante #ecommerce #marketplace #brandawareness”]

Insomma, un vero e proprio volantino itinerante che può diventare anche un’esperienza emozionale, infatti studiando bene le fasi di unboxing qualche utente potrebbe anche decidere di fare un video condividendo la sua esperienza e farci pubblicità.

Coupon promozionale

Anche il coupon promozionale può essere un’ottima occasione per trasformare un utente proveniente da un marketplace in un nostro futuro cliente. Infatti, offrendo uno sconto o la spedizione gratuita, il cliente che è rimasto soddisfatto del nostro prodotto o servizio si ricorderà del nostro brand ed effettuerà il suo nuovo acquisto dal nostro ecommerce oppure potrebbe consigliare ad un parente o a un amico di acquistare lo stesso prodotto usufruendo dello sconto ricevuto, amplificando così la nostra Brand Awareness.

[Tweet “Con i coupon promozionali possiamo fidelizzare i clienti o acquisirne nuovi #ecommerce #brandawareness”]

Campione omaggio

Il campione omaggio può essere un’ottima strategia da adottare nel caso in cui il prodotto venduto viene realizzato da noi, vedi ad esempio in ambito alimentare o artigianale. Inviare insieme al prodotto acquistato un campione omaggio di un altro prodotto, oltre a regalare il piacevole effetto sorpresa, porterebbe il cliente soddisfatto dei prodotti ad acquistarli nuovamente da noi magari entrambi.

Anche in questo caso può essere utile studiare un packaging per valorizzare l’omaggio sottolineando l’attenzione e la dedizione che il nostro brand ha per i suoi prodotti e i propri clienti.

[Tweet “Deliziate i vostri clienti con un campione omaggio dei vostri prodotti! #ecommerce #brandawareness”]

Piccolo regalo

fare brand awareness piccolo omaggio

Anche in questo caso si cerca di far leva sull’aspetto emozionale del cliente deliziandolo con un piccolo omaggio. Questo può essere anche un oggetto non in vendita sul nostro e-commerce o addirittura non avere nulla a che fare con il nostro business.

Ad esempio yousporty, un e-commerce di sneakers e abbigliamento, invia nello scatolo un chupa chups, mentre glistockisti aggiungono un piccolo panno in microfibra personalizzato con una simpatica grafica e i riferimenti al sito. In questo secondo caso l’azienda ha colto nel segno, perché oltre ad aver deliziato il cliente, regala qualcosa che può essere utilizzata con il prodotto acquistato e ilcliente se dovesse acquistare nuovamente lo farà sicuramente dall’ e-commerce dell’azienda.

[Tweet “Sorprendi i tuoi clienti con un piccolo regalo inaspettato.. #ecommerce #brandawareness”]

Lettera di ringraziamento

fare brand awareness lettera di ringraziamentoQuesta è forse poco utilizzata, ma ha sicuramente un forte impatto sull’utente che la riceve. Inserire una lettera di ringraziamento ci mette in stretto contatto con il cliente e gli da l’idea di avere a che fare con persone vere che con dedizione hanno imballato il prodotto e spedito il pacco. La lettera sarà ancora più incisiva se scritta a mano e addirittura inerente all’acquisto, magari complimentandosi per lo stesso e dispensando un parere tecnico, come se il cliente avesse acquistato in un punto vendita reale. Altra idea simpatica sarebbe quella di firmare la lettera dicendo “questo pacco è stato confezionato per te da..” con il nome dell’ operatore. Tutti segnali che dimostrano al cliente il valore che ha il suo acquisto per l’azienda.

[Tweet “Una lettera di ringraziamento scritta a mano da l’idea di avere a che fare con persone vere.. #ecommerce #brandawareness”]

Invito alla condivisione o alla recensione

Un altro espediente low cost che potrebbe amplificare la nostra Brand Awareness soprattutto in ambito social è quella di inserire un flyer che invita il cliente a condividere la propria esperienza con i nostri prodotti sui social network, taggandoci ed esprimendo il loro parere oppure chiedendo di lasciare un feedback o una recensione sui nostri canali social o sul nostro sito.

fare brand awareness invitoAnche qui spazio alla creatività, occorre essere coinvolgenti, leggeri e simpatici, qualora il prodotto lo permetta. Un esempio molto simpatico che ha creato oltre 615k di condivisioni è Frank Body  (uno scrub corpo) che con una simpatica ed ammiccante lettera invita le sue clienti a condividere sui social una foto con il prodotto (direi che il risultato è andato oltre ogni aspettativa). :)

 

 

[Tweet “Invita i tuoi clienti a condividere la loro esperienza con il tuo prodotto. #ecommerce #brandawareness”]

Questi sono solo alcuni consigli, naturalmente non sono applicabili in tutte le realtà di vendita on line, tutto dipende dai prodotti, dall’anima del nostro marchio e dall’ingrediente principale: tanta creatività!

E tu hai mai applicato con successo questi o altri metodi sui marketplace o sul tuo e-commerce? Raccontami anche la tua esperienza con un commento.

Facebook 0
LinkedIn 0
Twitter
Giuseppe Noschese
Giuseppe Noschese

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi che continui a scrivere contenuti utili, considera la possibilità di aiutarmi a trovare nuovi spunti, regalami un libro dalla mia lista Amazon. :)

Lascia un commento

Cerca
Giuseppe Noschese
Giuseppe Noschese

Consulente digitale, formatore e ecommerce manager, affianco le imprese e le aiuto a raggiungere gli obiettivi di business.

Associate Partner yourDIGITAL
Event Manager Marketing Automation Academy
Co-Founder Ecommerce HUB
PrestaShop Ambassador
© Copyright 2018 - Giuseppe Noschese