Consulente per e commerce: chi è e cosa fa

consulente ecommerce chi è e cosa fa

Il consulente per e-commerce è un professionista che ha sviluppato grande competenza nell’ambito del marketing e strategie di vendita digitale.

Ne conosce le dinamiche, gli strumenti e i canali da utilizzare. Inoltre studia in maniera approfondita anche il profilo (o i profili) del consumatore tipo del negozio online di cui si occupa e i suoi processi di acquisto.

Il lavoro di un consulente per ecommerce consiste nell’applicare tutte le sue conoscenze e le sue competenze nelle diverse fasi del progetto e nell’affiancare l’azienda in tutto il processo, per scoprirne i punti deboli e migliorarli.

Tra gli altri compiti di un consulente per e-commerce ci sono l’analisi del progetto, la progettazione dettagliata degli obiettivi futuri, la creazione di un team di lavoro se necessario, il coordinamento del team e del progetto stesso, la definizione e l’organizzazione delle attività digitali e, infine, il monitoraggio dei risultati e degli obiettivi dell’ecommerce.

Il lavoro del consulente per e commerce

Il consulente per e commerce è sicuramente una professione che, negli ultimi anni, ha suscitato molto interesse tra i numerosi lavori digitali.

Potrebbe sembrare che i consulenti per e-commerce si limitino a quello che potrebbe essere definito commercio digitale, ma in realtà, le responsabilità di questi professionisti sono molte e differenti fra loro.

Il consulente per e-commerce o e-commerce specialist è spesso confuso con l’e-commerce manager, poiché si tratta di figure professionali che possono sovrapporsi, avere molti o solo alcuni punti in comune. Tuttavia, i rispettivi compiti presentano delle differenze sostanziali.

Intanto, se ti interessa conoscere l’identikit dell’e-commerce manager, approfondire cosa fa, quali sono i requisiti che deve possedere, come diventarlo e quanto guadagna (una delle informazioni che mi chiedono con maggiore frequenza) leggi il mio articolo E-commerce manager: cosa fa e come si diventa.

Dal canto suo, nello specifico, un consulente per ecommerce ha il compito di:

  • definire la strategia di vendita da attuare sull’e commerce;
  • monitorare attentamente i risultati delle vendite e degli accessi ai touch point che i clienti compiono nel loro customer journey.
  • studiare e analizzare le informazioni relative agli prospect, gli utenti che potrebbero diventare clienti.

Inoltre, nel caso in cui non ci sia una figura interna all’azienda, può capitare che un consulente e commerce abbia anche in carico la gestione dei contatti con le aziende che si occupano della consegna delle merci per ottimizzare la supply chain.

In generale, possiamo dire che il consulente ecommerce sia una figura strategica esterna all’azienda che affianca l’imprenditore e il team digitale o l’agenzia, sia in mancanza di un ecommerce manager interno sia in supporto a quest’ultimo.

È ovvio, data la natura strategica del ruolo, che i consulenti per e commerce devono avere competenze molto ampie.

Per esempio, un consulente per e-commerce, deve:

  • avere competenze digitali necessarie alla consulenza per la gestione dell’e-commerce stesso;
  • saper definire la strategia di digital marketing che l’azienda dovrà attuare per raggiungere gli obiettivi commerciali;
  • essere in grado di analizzare i concorrenti per massimizzare i risultati dell’azienda, fornirle la visibilità digitale necessaria e renderla competitiva.

Quando un ecommerce non converte quanto dovrebbe o potrebbe, inoltre, il consulente deve essere in grado di trovare il problema e correggerlo. Questo implica la capacità di ridefinire la propria strategia di vendita.

Il solo modo per farlo è saper condurre l’analisi dei dati del traffico degli utenti, un’altra importantissima competenza del consulente per e-commerce.

Inoltre, è necessario che sappia confrontarsi con le tante altre figure professionali coinvolte nel progetto.

Alcuni esempi di figure professionali coinvolte in un progetto e-commerce sono:

  • Programmatore
  • Reparto marketing aziendale
  • SEO specialist
  • Copywriter
  • Social Media Manager
  • Advertising specialist
  • Grafico
  • Web Designer
  • Responsabile del customer care
  • Responsabili contabili
  • Responsabili degli acquisti
  • Responsabili dei magazzini

Solo per citarne alcuni.

Il SEO specialist, per esempio, ha l’importantissimo compito di ottimizzare dal lato tecnico, e attraverso la ricerca di parole chiave, le pagine dell’ecommerce, per aumentarne la visibilità e posizionamento, di conseguenza, anche l’afflusso degli utenti tramite i risultati di ricerca di Google.

L’Advertising specialist, invece, ha il compito di aumentare l’afflusso degli utenti tramite le campagne pubblicitarie sui social media (e non solo).

Se uno qualsiasi di questi specialisti dovesse riscontrare un problema, il consulente per ecommerce deve essere in grado di comprenderlo e capire come muoversi per risolverlo. Ecco perché è consigliabile che abbia competenze in merito.

Infine, per poter monitorare e analizzare correttamente i dati digitali dell’ecommerce, il consulente deve anche essere esperto nell’utilizzo dei vari strumenti di analytics. Solo così può mantenere il controllo su tutto lo store digitale e capire come si muove l’utente al suo interno!

Se il tema ecommerce ti interessa allora leggi il mio ebook, dentro c’è un regalo, richiedilo subito, solo 10 disponibili.

Non devi inserire nessuna email. Richiedi subito il regalo prima che finiscano ;)

La consulenza per e commerce

La consulenza per ecommerce prevede alcuni passi preliminari molto importanti.

Questi sono:

  • Analisi del mercato digitale, senza la quale non si può validare il progetto.
    Questa analisi cerca di capire soprattutto se esiste una domanda online del prodotto o del servizio venduto dall’ecommerce. E, se esiste, l’analisi ha anche il compito di capire quanto questa domanda sia grande.
    Spesso, per un’azienda, i competitor digitali non sono gli stessi dei competitor fisici.
    Per cui, può essere interessante individuare alcune caratteristiche specifiche di questi competitor, come per esempio il tipo di traffico attirato, le keyword di riferimento, i canali digitali su cui agiscono e i programmi di fidelizzazione applicati per mantenere attivi i contatti con i clienti.
  • Analisi dei competitor, perché il marketing è un po’ come la guerra, se non conosci il tuo nemico non puoi sconfiggerlo. Chi sono i principali competitor? Cosa fanno per massimizzare le vendite? Quali sono i loro punti di forza e quelli di debolezza? Queste sono solo alcune domande che questa fase deve affrontare.
  • Analisi del target di riferimento, perché è necessario capire come le persone che si interfacceranno con l’ecommerce vivono, come ragionano, quali problemi affrontano quotidianamente e cosa può soddisfarli di più.
    Per fare questo, si deve studiare il modello del consumatore tipo, conosciuto anche come buyer persona. Si tratta di costruire un profilo completo e dettagliato dell’utente. Chi è? Come vive? Quanti anni ha? Genere? Professione? Abitudini? Solo per fare degli esempi.
  • Aderire al business plan e implementarlo, senza il quale è impossibile comprendere a fondo la fattibilità del progetto.
  • Costruzione della strategia di vendita, individuando quali sono i principali KPI (Key Performance Indicator), come monitorarli e come analizzarli. L’analisi dei dati, infatti, come dicevo poco sopra, rientra tra i maggiori compiti del consulente per e-commerce poiché è il solo modo di comprendere se la strategia in atto funziona o meno.
    Inoltre, all’interno della strategia di vendita, serve anche poter individuare le varie azioni da intraprendere, i canali digitali e non da presidiare e i budget disponibili. Infine, anche una previsione dei risultati può essere coinvolta nella strategia di vendita.

Forse non immaginavi che un consulente per e-commerce dovesse avere tutte queste competenze, eppure un professionista di questo settore è capace anche di molto altro!

Un buon consulente ecommerce è anche in grado di consigliarti al meglio rispetto a quali sono i primi passi da seguire per aprire un negozio online e qual è la migliore piattaforma per e-commerce da utilizzare per il tuo progetto.

Le diverse piattaforme per l’e-commerce

Esistono molte piattaforme per sviluppare un e-commerce.

La piattaforma ecommerce è un elemento molto importante da considerare se hai scelto di aprire il tuo negozio online.

Le principali piattaforme per e-commerce sono:

  • Woocommerce, forse una delle piattaforme più utilizzate. È un plug-in di WordPress molto semplice e intuitivo, affidabile e costantemente aggiornata.
  • Magento, che ha moltissimi moduli ed estensioni che ti permetteranno di gestire facilmente una notevole quantità di prodotti.
  • Prestashop, che ti dà la possibilità di personalizzare molto l’ecommerce e ha tantissimi plug-in.
  • Shopify uno dei leader mondiali nel panorama delle piattaforme di ecommerce, perfetto per i primi passi perché facile da configurare, grazie all’interfaccia di trascinamento.

Puoi approfondire nel mio articolo Piattaforma ecommerce: cos’è e qual è la migliore per te.

Se il tema ecommerce ti interessa allora leggi il mio ebook, dentro c’è un regalo, richiedilo subito, solo 10 disponibili.

Non devi inserire nessuna email. Richiedi subito il regalo prima che finiscano ;)

Infine, un consulente ecommerce soprattutto nella fase di startup di un progetto, potrà aiutare l’azienda a curare gli aspetti fondamentali che spesso vengono lasciati al caso o ai quali non viene data la giusta attenzione.

Quali sono? Vediamoli insieme brevemente qui di seguito.

Caratteristiche fondamentali che deve avere un ecommerce

Esistono alcune caratteristiche essenziali che un e-commerce dovrebbe possedere per realizzare fin da subito delle fondamenta solide.

Le principali caratteristiche sono:

  • Le categorie. Sono note anche come pagine forti dell’ecommerce. È qui che si concentrano i maggiori volumi di ricerca degli utenti, per cui devono essere pertinenti, fruibili e facilmente navigabili. Devono esserci filtri e ordinamenti che possano rendere la ricerca dell’utente estremamente semplice. Devono essere da subito scritte in ottica per la SEO-Search Engine Optimization, per posizionarsi sui principali motori di ricerca.
  • Le pagine prodotto o schede prodotto. Devono essere complete ed esaustive in modo che l’acquisto divenga spontaneo, o quasi. Cliccare sul tasto “acquista” deve essere facile e non deve avere sorprese dell’ultimo minuto, come spese aggiuntive o spese di consegna non dichiarate precedentemente. Anche le schede devono essere da subito scritte in ottica per la SEO-Search Engine Optimization, per posizionarsi sui principali motori di ricerca.
  • Il checkout, che deve assolutamente eliminare ogni possibile elemento di distrazione dal processo di completamento dell’ordine e anche tutta la Customer Experience deve essere ottimizzata.
  • Le modalità e tempi di consegna. Queste istruzioni devono essere chiare e rispettate. Deve essere anche chiaro il funzionamento del reso, se previsto, e deve essere segnalato se non previsto. Inoltre, è necessario che i tempi di consegna siano congrui con quelli del mercato e delle aspettative dell’utente. Se lo stesso prodotto, acquistato su un altro ecommerce, potrebbe essere consegnato prima, esiste il rischio che l’utente abbandoni il carrello ancora pieno.
  • I metodi di pagamento, che devono essere i più possibili, o comunque i più utilizzati. Immagina il disastroso danno che potrebbe riscontrare un ecommerce se accettasse solo pagamenti di un certo tipo. Potrebbe perdere i clienti che non usano quel metodo, ma che ne usano un altro.
  • Il servizio clienti, che deve essere sempre presente e reattivo.

Questi sono solo alcuni degli aspetti più importanti che chi si occupa di consulenza per e-commerce deve conoscere in maniera molto approfondita.

Mi auguro di averti chiarito le idee rispetto a cosa può fare un consulente per ecommerce per il tuo negozio online e al perché dovresti lasciarti aiutare da un consulente per e-commerce esperto fin dai primi passi!

Se senti la necessità di una consulenza per il tuo e-commerce, non esitare, sono qui per te, contattami!

Metti un like se questo articolo ti è stato utile e condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter
Giuseppe Noschese

Giuseppe Noschese

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi che continui a scrivere contenuti utili, considera la possibilità di aiutarmi a trovare nuovi spunti, regalami un libro dalla mia lista Amazon. 😉

Cerca
Giuseppe Noschese
Giuseppe Noschese

Consulente ecommerce e formatore. Affianco le imprese e le aiuto a raggiungere gli obiettivi di business.

Associate Partner yourDIGITAL
PrestaShop Ambassador
Co-Founder Ecommerce HUB